San Giuseppe e le sue zeppole
17 Marzo 2018
Aprile, mese della rinascita
Aprile, il mese della rinascita
14 Aprile 2018

La Pasqua è la principale solennità del cristianesimo.

Nella settimana che precede la domenica di Pasqua, per celebrare la resurrezione di Gesù, vengono organizzate in tutta Italia diverse manifestazioni e processioni religiose che radunano molti religiosi e curiosi.

Alcuni esempi

Sulmona: la Madonna che scappa

Procida: la Processione Venerdì santo

Trapani: la processione dei Misteri

Taranto: Settimana santa

L’uovo e la Pasqua

La tradizione di regalare le uova di Pasqua hanno una simbologia univoca: rappresentano una vita nuova, ed è una caratteristica comune a molte civiltà antiche (fenici, egiziani, persiani, greci, romani).

Si ritiene che fossero utilizzate per festeggiare l’equinozio di primavera, e quindi la fine dell’inverno e l’arrivo della bella stagione.

Ma da dove nasce questa usanza?

Tutto inizia prima del Cristianesimo, quando veniva donato per festeggiare la fecondità, come simbolo della vita che si rinnova, come i Persiani che consideravano di buon auspicio offrire le uova galline.

Per i Cristiani, invece, le uova rappresentano la Resurrezione di Cristo.

Si narra che ritornando dal Santo Sepolcro vuoto, Maddalena incontrò Pietro che le disse: “Crederò alle tue parole sulla Resurrezione di Gesù solo se le uova che porti nel tuo cestino si coloreranno di rosso”, cosi le uova divennero immediatamente rosso porpora e Pietro, sgomento, si inchinò davanti al miracolo. Per questo motivo alla fine di ogni messa per la celebrazione della Pasqua, vennero distribuite tra i fedeli delle uova colorate di rosso, che rappresenta il sangue versato da Gesù.

Uova di cioccolato

Ricevere deliziose uova di cioccolato con sorprese all’interno rendono felici i più piccoli. Ma anche ai grandi non dispiace!

La sua nascita è incerta, su di esse non c’è nessuna notizia sicura, ma tra le teorie più accreditate si fa risalire questo costume a Luigi XIV, altri invece pensano che tale usanza derivi dall’America, patria della pianta del cacao.

Il coniglio di Pasqua

Il legame tra la Pasqua e il coniglietto è sempre dovuto all’associazione con la fertilità ed è quindi di buon augurio nella rinascita dopo l’inverno. Inoltre nella cultura egizia il coniglio rappresenta la luna, da collegarsi quindi alla data della Pasqua.

Come si calcola la data di Pasqua

È una data “mobile”, perché non cade mai nello stesso giorno, anche se c’è un’unica certezza: cade sempre tra il 22 marzo e il 25 aprile.

Il calcolo della data è in base al ciclo lunare che segue le regole del calendario cristiano.

Una curiosità: all’interno del cristianesimo ci sono due regole differenti che stabiliscono la data in maniera differente, a seconda che si usi il calendario gregoriano (cattolici e protestanti) o quello giuliano (ortodossi e la maggioranza delle Chiese cattoliche orientali di vari riti).

E in qualche caso le date sono coincise.

Pasqua 2019

Il 21 aprile.

Lunedì dell’Angelo

È il lunedì successivo alla domenica di Pasqua, conosciuto comunemente come Pasquetta.

Il Lunedì dell’Angelo è il giorno in cui Gesù risorto è apparso per la prima volta ai due discepoli diretti verso Gerusalemme per un pellegrinaggio.

Lo spostamento dei pellegrini ha ispirato l’abitudine a festeggiare questa giornata con una “scampagnata” o una passeggiata fuori porta.

 

Silvia Arpaio
Silvia Arpaio
Curiosa e osservatrice, costantemente alla ricerca di una nuvola dove perdermi con i pensieri. Credo nel potere di un sorriso, sincero e forte, che può cambiarti il corso di una giornata, o di una vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *